Home Chi Siamo Dove Siamo Servizi
Eventi Squadre Contatti Link
18-01-2012
HITBALL - CAMPIONATO SERIE B1
18-01-2012

Riparte il ritorno, ancora a secco l'Elettropoli CSI
Al giro di boa, l'Asti dell'hit ball tira le somme

TORINO, Palahit Il ritorno è iniziato mercoledì 18 gennaio al Palahit di Torino per l'Elettropoli Asti CSI che in questo contesto ha reincontrato la forte compagine dei Sonics, subendo la nona sconfitta consecutiva. Tuttavia, nonostante il recupero casalingo coi Pazzeschi, in programma per lunedì 23 gennaio e col quale i nostri potranno considerare chiuso il girone di andata, ne approfittiamo per fare un rapido excursus ed un'analisi del campionato fin qui disputato.
Un campionato particolare quello dell'Asti, che dopo l'esperimento dell'anno scorso, può finalmente disputare metà campionato tra mura amiche e metà in trasferta. Ed è proprio in casa che inizia la nuova avventura astigiana, ma le premesse non sono tra le migliori: se è vero che ci sono stati molti innesti, tra cui il colpo di mercato Daniele "Murdoc" Morano, è anche vero che sono anche pesanti le assenze; oltre a Tiri e Botta, difficilmente presenti per impegni di lavoro, ci sono due infortuni a cadere come una tegola sulla testa dell'Elettropoli e sono quelli del capitano Pellitteri e del suo vice, Goi, che li terranno lontani dai campi o a mezzo servizio per una bella fetta di girone di andata.
Nella prima di campionato (leggi la news) la prestazione non è da buttare ma sono i Sonics a spuntarla (35-42), segnando l'inizio di una lunga serie di sconfitte che continua nella seconda giornata, sempre in casa, a favore dei Baraonda Rocketz (34-37 - leggi la news) che approfittano di una prestazione opaca del Morano, non ancora adattatosi all'ambiente nostrano, per portare a casa l'unica vittoria fino ad ora.
Nella prima trasferta torinese, in occasione della terza giornata, la solfa non cambia e degli agguerriti Hit Dogs, ancora col canino avvelenato per essere stata la prima squadra a perdere un incontro ufficiale nel campo astigiano, asfalta gli astigiani (56-37) con uno strepitoso secondo tempo da +12.
Priva di molti giocatori importanti, l'Asti affronta i Vikings al Palahit e rimedia un'altra batosta (42-17), troppo pochi gli hit fatti per impensierire la difesa giallonera che non si impegna neanche troppo in attacco, chiudendo con 42 punti all'attivo.
Ritornati nel campo casalingo, i nostri non riescono ancora a trovare il bandolo del gioco, nonostante la presenza di un ottimo Tiri che mette a segno ben 16 hit, ma sono i giovani Rolling Balls ad imporsi con un secco 52 a 32.
Una settimana dopo gli Evolution affrontano la trasferta dopo aver dovuto rimandarla per i forti acquazzoni che hanno interessato il Piemonte nelle prime settimane di novembre; poco da fare per l'Elettropoli anche in questa occasione: trascinati da un'indomabile Simona Piccato (11 punti per lei e top-scorer di serata), i ragazzi di Mister Botosso bissano il successo dell'anno scorso, con il quale furono la prima squadra a vincere sull'ostico campo astigiano. Finisce 27 a 44 questa volta.
L'ultima partita del 2011 si svolge nuovamente al Palahit e l'Asti parte bene con i Blue Snakes, 13 a 11 dopo la prima frazione, ma nella seconda avviene un crollo fisico e mentale che permette ai serpentelli di avere la meglio con un ampio distacco (58-35).
Dopo la pausa invernale, il 9 gennaio l'Elettropoli torna nel proprio campo per sfidare RDJ, retrocessi dalla A2, e anche qui è il secondo tempo ad incidere sulla prestazione negativa della squadra; finirà 44 a 24 per i torinesi.
Come già anticipato, la formazione astigiana dovrà ancora effettuare un recupero per completare l'andata, in programma lunedì 23 gennaio ad Asti, nella solita palestra di via De Amicis: riusciranno i nostri a liberarsi da questo ingorgo che li vede sempre più vicini alla retrocessione? Per scoprirlo, appuntamento alle 21.30 per un'ora di hit ball al cardiopalma.

Asdrubale Fantastichini